Marotti Campi

Marotti Campi è un’azienda familiare nata a metà dell’800, quando la famiglia Marotti acquistò una proprietà nella contrada Sant’Amico di Morro d’Alba e vi edificò la villa come centro dell’azienda mezzadrile, mentre il primo vigneto impiantato da Cesare Marotti è datato 1886. All’epoca la coltura principale era il grano assieme ad altri seminativi, ma negli anni e con i vari passaggi generazionali, si è preso un indirizzo prevalentemente viticolo. All'inizo degli anni '90, Giovanni Marotti Campi avviò un progetto di ammodernamento dei vigneti, razionalizzando la produzione e concentrandola sui due vitigni più rappresentativi e tipici della zona: VerdicchioLacrima di Morro d’Alba

Morro d’Alba è uno dei Castelli di Jesi e qui il terreno è fertile e generoso, da sempre vocato all’agricoltura, al centro delle due DOC che meglio esprimono il legame unico tra la vite, il territorio, i suoi uomini e la storia: Il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico ed il Lacrima di Morro d’Alba DOC. La tenuta copre 120 ettari di proprietà, di cui 53 vitati intorno ai 180 metri sul livello del mare. I vigneti, divisi in 3 appezzamenti principali nei pressi della Villa, godono di diverse esposizioni, da Sud a Nord, da Est a Ovest. La superfice è divisa tra Lacrima e Verdicchio, con impianti che hanno dai 35 ai 10 anni. Nel 1999 è stato impiantato anche un piccolo vigneto pochi ettari di altre varietà tra le quali Montepulciano, Petit Verdot, Cabernet Sauvignon.

Consapevoli che l’ambiente sia un’eredità che ci si tramanda di generazione in generazione, la cantina Marotti Campi pratica un’agricoltura a basso impatto ambientale: non usa acqua per irrigare, limitando i trattamenti allo stretto necessario per garantire un equilibrio della pianta e del suolo e scegliamo prodotti a basso dosaggio e a basso impatto.