Marchesi di Barolo

Le “Cantine dei Marchesi di Barolo” hanno sede nelle stesse storiche cantine, prospicienti il castello, che, all’estinguersi della dinastia dei marchesi Falletti, divennero l’Agenzia della Tenuta Opera Pia Barolo. Seguì l’opera di Pietro Abbona che intorno al 1895 iniziò la sua attività nelle cantine paterne di Barolo. Operando con tenacia ed abilità riuscì ad acquistare l’Agenzia della Tenuta Opera Pia Barolo ed a perpetuare l’attività delle Antiche Cantine dei Marchesi di Barolo. Oggi l’azienda rimane a conduzione famigliare e sono Anna ed Ernesto Abbona ad impegnarsi nell’attività aziendale.

La strategia produttiva si fonda sulla convinzione dell’assoluta ed ormai accertata qualità dei vini prodotti in questo territorio, caratterizzato da numerosi vitigni autoctoni di gran pregio. Di fatto, la composizione dei suoli del basso Piemonte, che sono fondi marini emersi in epoche successive, è assai originale, esclusiva e diversificata. Ad essa si associa un microclima assai particolare ed una grande, ormai storica, esperienza umana, che ha associato ad ogni area un vitigno in grado di tradurre la diversità dei luoghi e del microclima nel massimo della qualità e dell’eleganza.

Due sono le sottozone che sostanzialmente caratterizzano l’area di produzione del Barolo: una ad est e l’altra ad ovest. Barolo sorge proprio al centro di queste due sottozone. Il suo nome significa “basso luogo” perché, sebbene collocato sulla sommità della collina che domina la valle verso Alba, è circondato da colline più alte che lo proteggono dalle perturbazioni e dall’eccessiva ventilazione. Barolo e più in generale le Langhe, sono collocati in un’area geografica particolarissima: protetta a nord, a ovest ed a sud dalla catena montuosa delle Alpi, è caratterizzata da un ambiente con un’elevata biodiversità. Il clima, quindi, è eccezionalmente favorevole alla viticoltura: temperato freddo continentale, caratterizzato da stagioni ben definite, consente alle uve di esaltare aromi particolarmente fini e intensi.

La Marchesi di Barolo controlla circa 110 ettari di vigneto, per una produzione di circa 1.500.000 bottiglie circa. Si vinificano Barolo, Barbaresco, Nebbiolo d’Alba, Barbera d’Alba, Dolcetto d’Alba, Roero Arneis, Gavi, Moscato d’Asti e Brachetto d’Acqui. La Marchesi di Barolo opera su tutto il mercato nazionale, una piccola multinazionale che esporta in 45 paesi e, recentemente, ha ampliato il mercato estero nell’estremo oriente.

I vini della cantina