Elena Fucci

In queste terre generose lucane, le vigne guardano con orgoglio e timore il Monte Vulture, quasi a cercare ogni giorno che passa una conferma di qualità per l’uva ed il vino. Il contesto è di una bellezza senza pari: il sole, la pioggia, la neve ed i venti scandiscono l’alternarsi delle stagioni.
Su queste colline che sembrano non finire mai, accanto ad un vitigno importante, l’Aglianico del Vulture, Salvatore Fucci e sua figlia Elena lavorano con passione per far crescere i caratteri inconfondibili ed unici del vino. Quei caratteri che non si esauriscono nel profumo e nel colore, nella limpidezza e nel sapore, ma che risiedono nella personalità del vino, di un solo vino, TITOLO, nel suo equilibrio e nella capacità di trasmettere in chi lo beve i sentori originali.

La cantina Elena Fucci è stata ricavata dai vecchi locali sotto l'abitazione di famiglia (Torre Titolo) dove nonno Generoso ricoverava i mezzi e le attrezzature agricole. Un primo ampliamento è stato eseguito scavando direttamente nella roccia vulcanica per ospitare la barriccaia. La cantina è dotata di tutte le attrezzature necessarie dalla vendemmia all'imbottigliamento ed etichettatura sfruttando ogni spazio disponibile (anche il garage di papà Salvatore, dove non può più parcheggiare la sua automobile) in modo da garantire le migliori attenzioni possibili al vino TITOLO. Recentemente è stata completata la nuova cantina, sorta in adiacenza al corpo storico aziendale e messe in comunicazione da un tunnel scavato nella roccia vulcanica. La nuova struttura è costruita secondo i principi della bioarchitettura, impiegando materiali di recupero e riciclo e tecnologie per ridurre a zero gli impatti e i consumi energetici.

I vini della cantina

WINNER