Avignonesi

L'azienda vinicola prende il nome dalla famiglia Avignonesi, gli storici fondatori della tenuta toscana. Una costante attività di ricerca e sviluppo, finalizzata a esprimere l'essenza del terroir di Montepulciano, ha permesso col tempo ad Avignonesi di guadagnarsi un meritato posto fra le aziende vinicole più rappresentative in Toscana. Nel 2009, Avignonesi è stata rilevata da Virginie Saverys, di origine belga, con l'ambizione di portare questa storica cantina toscana già affermata per la qualità dei propri vini ed il grande dinamismo tecnico-scientifico, verso un nuovo livello di eccellenza.
Virginie sin da subito ha introdotto metodi di coltivazione biologica e biodinamica, al fine di creare vini distintivi, genuini e dal carattere ancora più definito, con l'idea di presentare sul mercato vini più salutari per persone più sane, lasciando in eredità alle future generazioni un ambiente a sua volta ancora più.

Dal 2011, i 160 ettari di vigne impegnano gli agronomi Avignonesi in un costante ed attento lavoro durante l'intero corso dell'anno, rispettoso dei dettami dell'agricoltura biologica e biodinamica in ogni fase della crescita delle viti, così come nelle lavorazioni in cantina. Non vengono, infatti, utilizzati erbicidi, pesticidi e fertilizzanti chimici. La biodiversità della vigna viene ogni anno migliorata facendo crescere sovesci fra i filari e somministrando il preparato biodinamici 500P, ovvero letame di vacca che ha maturato per un inverno intero all'interno di corna di vacca sotterrateviene applicato alle vigne fino a 4 volte all'anno, nelle ore pomeridiane, quando la terra "espira", ed il preparato 501, cioè il cornosilice. Anche questo matura in corna di vacca sotterrate durante l'estate, in modo da assorbire il calore e la luce dei mesi estivi. Il cornosilice viene dinamizzato in acqua e applicato come uno spray direttamente sulle foglie della vite. Questa operazione viene fatta nelle ore mattutine, quando la terra "ispira". A questi si aggiungono un misto di tisane fitoterapiche, per fortificare le difese naturali della vite. Questo sistema di agricoltura olistico e rigenerativo si concentra sulla salute del suolo, sull'integrazione dell'agricoltura con la locale flora e fauna e sulla biodiversità.

Ad ogni vendemmia, Avignonesi rinasce dal suolo in vini che riflettono le sottili differenze di ogni sito di coltivazione e le caratteristiche sensoriali di ogni annata. I vini di Avignonesi riescono a raccontare la ricchezza e la bellezza del territorio di Montepulciano e Cortona, racchiudendo in ogni bottiglia un percorso dal suolo, alla cantina, alla bottiglia il più naturale possibile e regalando un prodotto non solo più sano, ma anche più interessante, complesso e dallo stile inconfondibile.