Cirò: scopri il vino

03-01-2018

Autore
Vinitaly Wine Blog

Il Cirò DOC è uno dei vini più antichi in assoluto. La sua storia affonda le radici nei tempi, rinviando al periodo della Magna Grecia. Il termine sta ad indicare la prospera terra che dava frutti importanti tra cui anche il buon vino. Si dice che il Cirò fosse il vino dato ai vincitori delle Olimpiadi. Esso era uno dei prediletti di Milone, grande atleta greco vincitore di ben 5 Olimpiadi. L'antenato del Cirò DOC era un vino chiamato Krimisa, in riferimento all'antica colonia greca Cremissa. Essa sorgeva, infatti, dove oggi si trova la località di Cirò Marina, in provincia di Crotone. Il clima è tipicamente mediterraneo. Inverni miti ed estati calde si succedono regolarmente con rare precipitazioni. I vitigni alla base del Cirò vengono allevati su un territorio caratterizzato da colline e pianure a ridosso del mare. 
La produzione del Cirò prevede le tipologie: rosso, rosato e bianco. Il Cirò rosso e rosato è prodotto con uve di Gaglioppo nei comuni di Cirò, Cirò Marina, Crucoli e Melissa. L'allevamento del Gaglioppo è con sistema di alberello e cordone speronato. L'epoca di vendemmia è prevista tra fine settembre e inizio ottobre. Le uve accuratamente raccolte vengono pressate e lasciate macerare con bucce per un breve periodo. Quindi, si passa alla fermentazione a temperatura controllata e all'affinamento in bottiglia. Il Ciro bianco DOC, invece, è ottenuto dalla vinificazione di uve Greco ottenute con allevamento a cordone speronato. La vendemmia avviene intorno alla metà di settembre. Dopo pressatura soffice si passa a fermentazione e affinamento in bottiglia. 

CIRO' DOC: DEGUSTAZIONE VINO

Il Cirò bianco si presenta di un bel colore giallo paglierino dai riflessi verdognoli. Al naso è un'esplosione di profumi di fiori bianchi e frutta a polpa bianca. Al gusto è secco e avvolgente con piacevole riconferma dei sentori avvertiti al naso. Una buona acidità accompagna la degustazione rendendo il vino fresco e armonico. Il Cirò rosso DOC ha un colore rosso rubino trasparente e limpido. Ruotando il vino nel bicchiere, si avvertono sentori di frutti rossi maturi, tra cui marasca e prugna. Al palato è abbastanza sapido e fresco. 

CIRO' DOC: ABBINAMENTO CIBO-VINO

Gli abbinamenti ideali con il Cirò DOC sono con i piatti della tradizione culinarua local calabrese. La cucina sia di mare che di terra si presta ad essere deliziata con questi vini prodotti a Cirò. La tipologia bianco predilige i piatti di mare, come grigliate di pesce, insalate di mare e tranci di pescespada arrosto sono ben accompagnati da questo vino. Il Cirò rosso, invece, accompagna bene arrosti, selvaggina e ragù succulenti sia di carne che di verdure.

4.714285

Vini consigliati

2 bicchieri
WINNER

Commenti