Cantine Nicosia

L'azienda Cantine Nicosia fu fondata nel lontano1898 da Francesco Nicosia, il bisnonno dell’attuale proprietario, il quale aprì una bottega di vino a Trecastagni, sul versante orientale dell’Etna. Tempi d’oro per il vino dell’Etna che già allora era conosciuto ed apprezzato in tutta Europa per la sua forza minerale e la sua “vulcanica” personalità. La svolta vera e propria arriva alla fine del XX secolo, grazie allo spirito innovativo di Carmelo Nicosia, lattuale proprietare, che ristrutturò i vigneti ed apliò la cantina redendola moderna e protagonista della rinascita del vino siciliano.
La produzione di vino di Cantine Nicosia include sia vitigni autoctoni che varietà internazionali meglio adattatesi in Sicilia, promuovendo il territorio isolano nel pieno rispetto dell’ambiente e valorizzando la materia prima con un’attenta selezione delle uve e una cura costante del lavoro in cantina.
Un lungo percorso verso l’eccellenza, per produrre vini degni di rappresentare, in Italia e nel mondo, la migliore tradizione enologica siciliana.

La cantina di Trecastagni è il luogo dove la tradizione si sposa con la più avanzata tecnologia e rappresenta ancora oggi il cuore dell'azienda con un'ampia area di vinificazione, laboratorio analisi, linea d’imbottigliamento e barricaia sotterranea. A poca distanza e ai piedi di uno dei crateri spenti che costellano l’Etna, sorge la tenuta di Monte Gorna con i suoi tipici terrazzamenti lavici dove crescono i vitigni autoctoni del vulcano. L’azienda possiede, inoltre, vasti terreni a Vittoria, nel Ragusano, zona di produzione del Cerasuolo DOCG, e gestisce direttamente ampie estensioni di vigneto nel resto della Sicilia.

L'attenzione e la cura del territorio, hanno portato la filosofia Nicosia ha sposare in pieno la causa dell'agricoltura biologica e della sostenibilità, per coniugare tutela ambientale e sicurezza alimentare, con l’obiettivo di portare sulle tavole dei consumatori un vino “ad impatto zero”. Grazie alle tecniche di viticoltura di precisione, alla mappatura satellitare dei vigneti, alle biotecnologie e all’adozione di un protocollo basato sui più avanzati principi di sostenibilità, l’azienda è riuscita ad eliminare l’impiego di agrofarmaci e fertilizzanti. Il completamento dell’iter di Certificazione Biologica ha, poi, rappresentato per l’azienda un ulteriore traguardo, che va ad aggiungersi alle certificazioni di livello internazionale ottenute negli anni: dalla UNI EN ISO 9001:2015 alla Certificazione ambientale UNI EN ISO 14001:2004, dalla BRC Food & Beverage alla International Food Standard (IFS). Recente è pure il conseguimento di una certificazione “etica” internazionale rilasciata da SEDEX (Supplier Ethical Data Exchange), organizzazione mondiale no-profit dedita al miglioramento delle pratiche commerciali e alla promozione dei principi etici nei rapporti di lavoro e nella gestione delle risorse umane.