Baglio del Cristo di Campobello

Curatissime le vigne dei Bonetta.
Esse si trovano tutto intorno al bellissimo Baglio, sulle basse colline di matrice calcareo/gessosa di questa porzione dell’agro di Campobello di Licata, dove la brezza rinfrescante del Mediterraneo arriva la sera proprio dal versante rivolto verso Licata.
Grillo, Inzolia e Chardonnay tra le uve a bacca bianca che compongono i grandi vini come l’Adènzia Bianco, Lalùci e il Laudàri; mentre Nero d’Avola, Syrah, Merlot e Cabernet Sauvignon tra quelle a bacca rossa che danno vita a Lusirà e Lu Patri.
Meravigliosi sono i vini della cantina Baglio del Cristo dove papà Angelo è sempre presente e pieno di energia, assieme ai figli Domenico e Carmelo, tutti quanti orgogliosi del simbolo aziendale, l’antica scultura lignea che raffigura il Cristo in croce, posta accanto al cancello d’ingresso.
Dopo un decennio trascorso a coltivare vendemmie, nasce la visione di un nuovo percorso enologico, alla ricerca della qualità assoluta. Con la consapevolezza di avere le risorse giuste, il luogo adatto, uno straordinario microclima e le persone qualificate, prende così vita l’idea del Baglio del Cristo di Campobello.
In un luogo incontaminato, dalle infinite sfumature ambientali, vocato alle tradizioni religiose locali e coltivato con passione e dedizione, con sapienza ed esperienza dai suoi tre “padri di famiglia”, si ricerca ad ogni vendemmia, un nuovo traguardo, un’altra opportunità di miglioramento.
La produzione è limitata all’andamento dell’annata, vendemmia a mano, con l’aiuto di piccole cassette, solo dopo la piena maturazione, vinificazione individuale per ciascun vigneto, rispetto di un territorio unico e prezioso. Sono solo alcune delle scelte della famiglia Bonetta, in una filosofia che privilegia, fin dalle origini, l’eccellenza.
Possiamo degustare tale eccellenza nel C’D’C’ Rosso, vino fruttato, avvolgente e morbido al palato da bersi anche dopo qualche anno, come pure l’Adènzia Rosso; oppure nelle dolci fragranze floreali del C’D’C’ Bianco, piacevolmente sapido e fresco.
Grazie alla tenacia di donne e uomini, alle loro braccia, alla loro testa, al loro cuore, al loro lavoro, giorno per giorno, tutto l’anno, la realtà di cose sperate ed il convincimento di cose che si vedranno hanno già radici.