Falanghina: scopri il vino

17-05-2017

Autore
Vinitaly Wine Blog

La Falanghina è un vino bianco originario della Campania e la sua produzione è diffusa per lo più nel Sannio, nella zona flegrea e nella provincia di Caserta. Il vitigno si presenta vigoroso, ben strutturato e dotato di un’ottima produttività che gli consente di dare vita a ben otto diversi vini DOC. Leggenda vuole che sia stato introdotto dagli antichi Greci, ma ne troviamo testimonianze scritte soltanto a partire dalla metà dell’Ottocento. Il nome deriva dalla parola “falange” - “phalanx” in latino, ovvero i tipici pali di legno che una volta fungevano da sostegno alla pianta. Recenti test genetici hanno individuato due diverse sottofamiglie di Falanghina, riconducibili alla Falanghina beneventana ed a quella flegrea, che differiscono, tuttavia, solo in forma e dimensione degli acini, mentre sono quasi identiche dal punto di vista organolettico.

Il vitigno viene coltivato soprattutto nelle zone collinari caratterizzate da un clima caldo e molto secco e si distingue per la grandezza dei suoi grappoli, oblunghi oppure tondeggianti, con acini dalla buccia spessa e ben robusta. La Falanghina è coltivata prevalentemente con portamento verticale a guyot e, durante il processo vinificazione, l’uva è collocata molto spesso in contenitori di acciaio, e non di legno, per proteggerne la fragranza aromatica.

FALANGHINA: DEGUSTAZIONE VINO

Presenta un caldo colore giallo paglierino con lievi riflessi verde chiaro. Nel calice subito si percepiscono leggere note floreali, aromi fruttati e minerali a causa dell’origine vulcanica dei terreni di coltivazione del vitigno. Si avverte, dunque, un deciso sentore di frutta matura, ginestra, biancospino e sambuco, mentre al palato il sapore risulta morbido, fresco, delicato e dotato di ottima acidità. Alle volte il finale si chiede con un leggero retrogusto amarognolo, che può ricordare vagamente la melagrana. Suggeriamo di gustare la Falanghina ad una temperatura media che si aggira intorno agli 8-10 °C, in modo da poter assaporarne appieno l’ampiezza aromatica e gustativa.

FALANGHINA: ABBINAMENTO VINO E CIBO

La Falanghina è il vino perfetto da servire come fresco aperitivo, ma è l’ideale anche per accompagnare i migliori piatti della tradizione mediterranea e campana. Si abbina molto bene ad antipasti, secondi di pesce, minestre di legumi, pasta ai frutti di mare, carni, bianche, formaggi e verdure di stagione. La Falanghina è adatta anche ad accompagnare pietanze ricche di sapore come la classica pizza margherita, la mozzarella di bufala e i dolci di piccola pasticceria nella versione passito o spumante.

Commenti